martedì 25 settembre 2012

Colloquio piscologico!

Eccomi qua sano e salvo!!! xD sono appena tornato dal colloquio a Oderzo con la psicologa. Arrivato, ho conosciuto un ragazzo e due simpaticissime ragazze che aspettavano anche loro il colloquio. Premetto che nonostante abbia passato gli ultimi due giorni a ripassare giapponese, ho scoperto che il colloquio in giapponese non è necessario a passare la selezione, bensì è necessario quello in inglese che però avevo già fatto ad Agosto.

Così, entrato, la psicologa mi ha fatto diverse domande: di chi è stata l'idea, perché proprio il Giappone, un anno in Giappone è veramente difficile, conosci qualcuno che ha già fatto un'esperienza del genere (non conosco nessuno personalmente, ma ho detto che leggo molti blog), quali saranno le difficoltà. Poi mi ha chiesto di commentare la scheda genitori (una scheda appunto compilata dai genitori senza che io sapessi cosa avessero scritto fino al colloquio) e mi ha infine chiesto se sono mai stato depresso, ho allergie, mi drogo, ho tatuaggi, ecc. E poi (qua arriva il brutto xD) lei ha commentato le risposte della famosa lista dei 300 aggettivi e ha detto che l'ho compilata male. Secondo lei (e condivido) ho messo molte qualità negative che lei ha visto che non mi rispecchiano... Non mi sono mai vergognato così tanto in vita mia D:
Fortunatamente la psicologa è stata molto comprensiva e non conterà nella valutazione quella scheda (evvai!). Alla fine ha detto che crede che la mia esperienza riuscirà molto bene e che ha visto che sono veramente motivato e determinato.

Ciò significa che sono stato preso? Non lo so ancora, lo saprò entro 10 giorni. Dieci "bellissimi" giorni di ansia :D

Ora mi tocca studiare Socrate, ma mi farò vivo se mi accettano ;)
Byebye!

Simone